Eurovision Song Contest 2016: la guida alle canzoni

È quel periodo dell’anno e vi ho fatto la consueta guida alle canzoni in gara allo Eurovision Song Contest, che si tiene a Stoccolma dal 10 al 14 maggio. Cos’altro c’è da sapere?

  • Le semifinali si tengono martedì 10 e giovedì 12 maggio. Verranno trasmesse da Rai4 e Radio2 col commento di Solibello e Ardemagni;
  • la finale di sabato 14 andrà in onda su Rai1 commentata da Federico Russo e Flavio Insinna;
  • l’Italia, facendo parte delle big five, si qualifica direttamente alla finale e voterà nella seconda semifinale;
  • di Michielin/Abbate/Cheope/Martine, “No Degree of Separation”, canta Francesca Michielin.

Dentro queste tabelle trovate: i video ufficiali di tutti i brani; una breve recensione; un giudizio da 1 a 5 sulla qualità del pezzo, la quantità di locura prevista e le possibilità di vittoria (calcolate con un complicato algoritmo che unisce le quotazioni dei bookmakers alla mia preveggenza). Accanto al nome della nazione, la semifinale a cui parteciperà e una stellina per le canzoni che meritano la vostra attenzione.

Aggiornamento: le nazioni contrassegnate con una F si esibiscono durante la finale di sabato sera.

🇦🇱 Albania🇦🇲 Armenia ① ☆ F🇦🇺 Australia ② ☆ F🇦🇹 AustriaF🇦🇿 AzerbaijanF🇧🇪 BelgioF🇧🇾 Bielorussia🇧🇦 Bosnia Erzegovina🇧🇬 BulgariaF🇭🇷 CroaziaF

L’Albania quest’anno deve avere aumentato il budget, almeno nel dipartimento costumi e grossi orologi. Quindi ecco “actress, TV host, songwriter, director and singer” Eneda Tarifa camminare tra sveglie giganti o giù da scale infinite, probabilmente verso l’eliminazione. La canzone, pur essendo una proposta dignitosa e quasi sobria, è infatti dimenticabile, senza né l’energia né il pathos necessari per fare alzare la cornetta agli europei.

Canzone ●●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●

Iveta Mukuchyan inizia sussurrando “Hey, it’s me”, perché se ce l’ha fatta Adele a venderti una canzone che è una telefonata, non vedo perché non dovresti rispondere a quest’altra. No, non è una booty call malgrado il tono lo suggerisca: è più una roba sull’amore che ti scuote e ti cambia. La canzone è molto buona, piena di variazioni e sorprese (dieci secondi di sirena!) e con qualche accento locale che stranamente non appesantisce. Purtroppo, c’è il dubbio che l’interpretazione non sia all’altezza.

Canzone ●●●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●●

E se un’australiana di origini coreane trionfasse allo Eurovision? La vincitrice di X Factor Australia 2013 ha la canzone migliore in gara quest’anno, una super ballatona drammatica che potrebbe averla scritta un’altra australiana: Sia. Ma Dami Im, anziché nascondersi dietro una parrucca, nel testo chiede di fare FaceTime. Anzi no, face time (ha rischiato la squalifica, ma si è poi deciso che “face time” era un’espressione della lingua inglese e non per forza un marchio Apple).

Canzone ●●●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●●●

La cantante austriaca ZOË ci porta indietro negli anni, più precisamente al 1995, sul palco di Sanremo con Anna Falchi che canta “Pium paum (Vipula vapula)”. La canzone, se possibile, è ancora peggio, e sembra solo una scusa per mostrare all’Europa una fatina zozza.

Canzone ●●
Locura ●●●
Possibilità di vittoria ●

Samra convince subito grazie a un beat post-R&B credibilissimo, ma purtroppo si perde per strada e dopo meno di un minuto ha già rovinato tutto con un ritornello di urla e synth. Detto questo, i ritornelli di urla e synth in genere funzionano bene allo Eurovision.

Canzone ●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●

Laura Tesoro porta un brano scritto dalla sua connazionale Selah Sue. Prende spunto da “Uptown Funk” e da tutto ciò da cui prendeva già spunto “Uptown Funk”, ma l’interprete, giovanissima, non sembra avere la presenza scenica necessaria per elevare un pezzo divertente e ballabile a qualcosa di più. Insomma, non è Fleur East.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

Il brano bielorusso inizia con un lupo che ulula ma non lo confonderete con “Wolves” di Kanye West. Sembra tuttavia che IVAN (tutto maiuscolo) se la cavi bene nel dipartimento prendersi-sul-serio-senza-motivo. Su un tappeto di chitarre elettriche, strilla di volerci insegnare a volare. Bravo, tu intanto parti, ti raggiungiamo dopo.

Canzone ●
Locura ●●●
Possibilità di vittoria ●

La proposta overkill dell’anno è la loro. Un supergruppo composto da artisti sconosciuti che pensano bene di arrivare con quattro nomi distinti e altrettanti stili. Il folk, l’opera, il rap e pure il violoncello neon. C’è tutto e non funziona niente, speriamo almeno nel LOL.

Canzone ●
Locura ●●●●
Possibilità di vittoria ●

Presente la coniglia protagonista di Zootropolis? Nella versione bulgara, la sua voce è quella di Poli Genova. (Fatemi sapere quante conquiste farete al vostro Eurovision party rivendendovi questo trivia. Non c’è di che.) “If Love Was a Crime” è uno dei pezzi più alla moda di questa edizione, ma proprio mentre stava per diventare 100% tropical, Poli torna alle radici con un contagioso “О, дай ми любовта!”

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

Nina Kralić viene da The Voice e infatti ha una voce davvero deliziosa. Però ha deciso di usarla per cantare una canzone sul trovare il faro come metafora di stocazzo. (Cioè, se fosse davvero la metafora di stocazzo sarebbe anche originale. Se scrivete una canzone sul faro come metafora di stocazzo mandatemi un mp3.) Al key change assassino, ho deciso che era troppo.

Canzone ●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●

🇨🇾 CiproF🇩🇰 Danimarca🇪🇪 Estonia🇫🇮 Finlandia ① ☆🇫🇷 Francia F🇬🇪 Georgia ② ☆ F🇩🇪 Germania F🇬🇷 Grecia🇮🇪 Irlanda🇮🇸 Islanda🇮🇱 IsraeleF

Cipro quest’anno si occupa di rappresentare una minoranza spesso trascurata allo Eurovision: gli eterosessuali. Nel video ci sono infatti le macchine, i cappotti di pelle, i lupi, gli assoli di chitarra elettrica e (coincidenza?) una donna che scappa.

Canzone ●
Locura ●●●
Possibilità di vittoria ●

La descrizione dei Lighthouse X fa già tremare. “A pop group with a mission: making the world a slightly better place through the power of music”. Ma non potevate fare la boyband di bellocci e basta? Cosa vorrete mai cambiare cantando di essere soldati dell’amore?

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

Juri Pootsmann è la giovane/vecchia idea dell’Estonia (e dato che ha vinto il loro Idol, vuol dire che laggiù ‘sta roba piace davvero?). Età apparente: 15; età reale: 21; età percepita grazie alla canzone: 75.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●

A un ascolto al buio, avrei messo questo pezzo tra i favoriti, ma i siti di scommesse non la pensano come me. Peccato: “Sing It Away” è efficace, radiofonica al punto da sembrare un jingle e suona come il successo di cui Kiesza avrebbe bisogno oggi.

Canzone ●●●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

Sembra incredibile, ma quest’anno la Francia è, meritatamente, tra i favoriti. Una vittoria (o un podio) farebbe benissimo ai francesi, perché magari anche loro scenderebbero un po’ dal cazzo. Da quando noi italiani siamo scesi dal cazzo e abbiamo iniziato a credere in questa gara, ci stiamo divertendo un bel po’. Amir già si diverte, per esempio, con un pezzo contagiosamente canticchiabile che potrebbe superare i confini dell’arena di Stoccolma.

Canzone ●●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●●●●

Ogni anno c’è una proposta tutta matta e senza alcuna speranza che mi fa impazzire. Per il 2016, questo mio personale premio va a Nina Kocharov and Young Georgian Lolitaz. Sono del tutto fuori luogo (e una band allo Eurovision è un po’ inutile, visto che si può usare solo una base), ma questo pezzo di indie rock anni ’90 con un tocco di Chemical Brothers sul finale merita il mio pollice su in emoji.

Canzone ●●●●
Locura ●●●●
Possibilità di vittoria ●●

I tedeschi mandano una vincitrice di The Voice con una passione per lo stile giapponese Decora Kei (qualsiasi cosa sia). Peccato che nella sua musica non ci sia niente che ricordi un po’ il J-Pop, ma del resto, non c’è niente di niente. Solo noia.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

Per essere una proposta della categoria folklore, non è neanche malaccio. Però, sempre categoria folklore è, e questo non è il Primo maggio.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●

Ve lo ricordate Nicky Byrne? *gif di Valeria Marini “Ma chi?”* Dai, quello dei Westlife? La boyband irlandese di fine anni ’90 creata da Simon Cowell che ha venduto (gasp) 50 milioni di dischi? Ecco, era uno di quelli. Tra una settimana potete ri-dimenticarvelo, tranquilli.

Canzone ●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●

Greta Salóme è al suo secondo Eurovision. E cos’ha imparato dalla sua esperienza del 2012? A copiare un po’ lo stile e la coreografia della vincitrice di quell’anno (Loreen). In effetti la messa in scena è efficace, ma la canzone, pur raccogliendo già consensi tra gli eurofan, non sembra destinata al successo.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

Se la canzone di Hovi Star fosse fierce quanto Hovi Star forse ci divertiremmo un po’ di più. Hashtag-e-invece ci tocca una ballata da manuale che preferirei non dovere riascoltare.

Canzone ●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●●

🇮🇹 Italia F

Chi ha amato Di20 sa che conteneva molte canzoni migliori o quantomeno più interessanti di “Nessun grado di separazione”. Molte di esse sarebbero state ancora accettabili da regolamento perché pubblicate dopo settembre 2015. Se avessi potere decisionale su queste cose, avrei consigliato di portare “Lontano” tutta in inglese eccetto il ritornello, che dicendo solo “io amo” e “lontano”, sarebbe stato un tocco di italiano comprensibile e cantabile per spettatori di tutte le nazionalità. È stata invece scelta “Nessun grado…” con un ritornello in inglese in una traduzione poco idiomatica (se già “no degree of separation” lascia un po’ interdetti, “no degree of hesitation” non vuole dire niente). Tuttavia, resta un brano sopra la media e tra i migliori dell’edizione, e Francesca ha capito perfettamente come si partecipa. Lo Eurovision non è manco iniziato e l’ha già fatto meglio di tutti i suoi predecessori, presenziando agli eventi paralleli in mezza Europa, senza mai rinunciare a una foto con gli eurofan o gli altri concorrenti. Se Mengoni era poco convinto, Emma era troppo convinta (ma nel modo sbagliato) e i ragazzi de Il Volo erano arrivati come delle star (che del resto sono), Francesca ha colto in pieno lo spirito da cui nasce la manifestazione ed è una gioia seguirla nel suo viaggio.
tl; dr: meglio degli Stadio.

Canzone ●●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●●

🇱🇻 Lettonia ② ☆ F🇱🇹 LituaniaF🇲🇹 MaltaF🇲🇩 Moldavia🇲🇪 Montenegro🇳🇴 Norvegia🇳🇱 Paesi Bassi🇵🇱 PoloniaF🇬🇧 Regno Unito F🇨🇿 Repubblica CecaF

Dopo la sorpresa di Aminata l’anno scorso, la Lettonia si conferma una delle poche nazioni a contatto con la realtà discografica contemporanea. Justs porta una canzone (scritta da Aminata) che passerebbe del tutto inosservata se non si reggesse su un’azzeccatissima produzione con echi deep house. Purtroppo mancano una performance e una messa in scena altrettanto convincenti.

Canzone ●●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●

La Lituania sceglie un’efficace produzione scandinava e il risultato è molto pop. È la fusione riuscita, sebbene in ritardo, di “Firework” e “Just The Way You Are”. Le darei più fiducia degli scommettitori, che per ora la piazzano nella seconda metà della classifica finale.

Canzone ●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●

Ira Losco dice di potere camminare sull’acqua, che fino a non troppo tempo fa sembrava persino più fattibile della conquista di un podio per Malta. La cantante, già arrivata seconda nel 2002, potrebbe portare a casa un ottimo risultato con questo pezzo, che nel ritornello ricorda un po’ “Heaven” di Emeli Sandé.

Canzone ●●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●●●

Di questa non so cosa dire, non sembra manco cantante di professione. Gli scommettitori la danno come ULTIMA: passiamo ad altro.

Canzone ●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

I montenegrini Highway cantano “I’m the real thing” e non potrebbero essere più lontani, da the real thing. Sembrano l’idea di qualcuno che ha visto un video dei Deftones quindici anni fa, ha dormito per i quindici anni successivi e ieri si è messo a fare musica. E invece sono arrivati quarti all’X Factor balcanico: ognuno ha i suoi Ape Escape.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●

La Norvegia negli ultimi anni è sempre stata tra le mie nazioni preferite, quindi ci sono rimasto un po’ male nel sentire un brano elettronico nella media, cantato meccanicamente da una Barbie scandinava. Allora ridateci Margaret Berger.

Canzone ●●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●●

Gli olandesi continuano a rifiutare l’electropop e anche quest’anno si sentono un po’ country. Però non riesce bene come in passato, e il fatto che un cantante 23enne non si annoi a sentire se stesso cantare ‘sta roba peggiora le cose.

Canzone ●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●

Questo capellone polacco ha pensato bene di presentarsi allo Eurovision con una canzone che inizia con le parole “When loneliness is knocking on your door”. Eh, boh, falla entrare, così non sei più solo.

Canzone ●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●

Quest’anno il Regno Unito si è impegnato un po’ più del solito, e dopo le delusioni degli ultimi anni hanno fatto una selezione televisiva finendo con l’incoronare due ex concorrenti di The Voice. Guardandoli ho pensato che fossero due youtuber, che credo sia l’effetto voluto. Il brano d’empowerment funziona e se la cavano bene nelle quotazioni, che per il Regno Unito è già un passo avanti. Chissà se un giorno manderanno una popstar vera.

Canzone ●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●●

Il peggio dello Eurovision sta in canzoni come questa, che non sono né belle né brutte da ridere. Una proposta così pigra e fintamente sofisticata che uno si chiede se i tre minuti del regolamento non siano pure troppi.

Canzone ●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●

🇲🇰 Rep. di Macedonia🇷🇺 RussiaF🇸🇲 San Marino🇷🇸 SerbiaF🇸🇮 Slovenia ② ☆🇪🇸 Spagna F🇸🇪 SveziaF🇨🇭 Svizzera🇺🇦 Ucraina ② ☆ F🇭🇺 UngheriaF

Forse ci siamo: forse è questa la canzone peggiore dell’anno. È Luisa Corna che canta una preghiera a Dio in macedone, cos’altro aggiungere?

Canzone ●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●

La Russia torna agguerritissima dopo quattro anni nella top 7 e dopo avere sfiorato la vittoria l’anno scorso. Il qui presente Sergey è il super-favorito, perché dopo Zelmerlöw devono essere tornati di moda i pettorali. “You’re the Only One” suona già come un euroclassico pur essendo un banger generico su cui hanno rovesciato un camion di archi e di CGI nel video.

Canzone ●●
Locura ●●●
Possibilità di vittoria ●●●●●

La Repubblica di Valentina Monetta cerca di ri-colmare il vuoto lasciato dalla nostra euroqueen con un turco che si crede Isaac Hayes. Il risultato è uno che canta con la voce da maniaco su uno scarto di Nile Rodgers.

Canzone ●●
Locura ●●●
Possibilità di vittoria ●●

File under: i danni fatti da Amy Winehouse. Per peggiorare la situazione, Sanja Vučić ZAA prova anche a imitarne i tic fisici.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●●

La slovena ManuElla si presenta con brano country-pop poco europeo e molto gradevole. Persino il testo potrebbe passare per una vecchia b-side di Taylor Swift. Gli scommettitori non le danno fiducia, ma sarebbe un peccato negare la finale a un pezzo così centrato.

Canzone ●●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●

Senza dubbio il brano spagnolo migliore degli ultimi anni, confezionato in una produzione credibile e perfino un video decente. Le classifiche locali l’hanno già premiato e starebbe dignitosamente nella top 10 di questa edizione.

Canzone ●●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●●●

Gli svedesi non mollano la presa nemmeno nell’anno in cui potrebbero rilassarsi, anzi: hanno deciso di alzare la posta in gioco e fare diventare lo Eurovision cool. “If I Were Sorry” è già nella playlist di MTV UK ed è passata su BBC Radio 1: collocazioni rarissime per un brano in gara, peraltro ancora prima dell’evento. Sembra in rotta verso un successo vero e organico, fuori dalla bolla eurovisiva. Se la Svezia vince anche quest’anno, tanto vale chiudere tutto e farci vedere direttamente il Melodifestivalen.

Canzone ●●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●●●

Scusate raga, io queste recensioni le sto scrivendo in ordine alfabetico quindi ora sono un po’ provato. Facciamo che do retta ai bookmakers ed elimino la Svizzera sulla fiducia.

Canzone ●●
Locura ●●
Possibilità di vittoria ●

Come avrete già intuito dal titolo, “1944” parla della deportazione dei tatari di Crimea a opera di Stalin. Sbam. Però Jamala fa un ottimo lavoro nel presentare un argomento difficile in musica, con un testo molto evocativo e una produzione che unisce elementi tradizionali alla dubstep di (giuro) Burial. Forse Jamala è Burial?
Canzone ●●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●●

La risposta del 2016 a Måns Zelmerlöw si chiama Freddie, ovvero il manzo con la canzone d’empowerment che però non vuole dire niente. Al contrario di Måns, però, non ha né gli effetti speciali né la fiducia degli scommettitori né un nome d’arte googlabile.

Canzone ●●
Locura ●
Possibilità di vittoria ●●

  • Randolph Carter

    Perché l’austriaca canta in francese con un accento insulso?
    (Come ogni anno) l’Australia???
    Perché continuare ad organizzare San Remo?
    La Bosnia Erzegovina trolla secondo voi?
    A Cipro non rmi risulta ci siano lupi.
    “sun” “kiss” “dance”. L’importante è non essere banali Irlanda.
    Israele, non ti siamo venuti a cercare noi. Se ti impegni sei il benvenuto, ma altrimenti restatene pure nel tuo medioriente!
    In Lettonia un cantante non lo hanno proprio trovato? Piccoli paesi grandi problemi…
    Almeno mandacela bella, Moldavia.
    Il Regno Unito sembra gli USA nel basket alle olimpiadi: mandiamo i meno scarsi fra gli scarsi.
    Svezia e Spagna hanno proposte valide.
    Svizzera cosplayer di Marilyn? Maddai!!!
    Voto San Marino per l’aggiramento anticipato di Schengen con il Paolo Belli turco, quoto Russia.