Björk Vika: i 7 migliori LÖL

E per concludere questa settimana monografica, non si poteva non dedicare una puntata ai momenti di ilarità con protagonista Björk. Dalle parodie alle surreali interviste, nella sua carriera c’è stata anche dell’ironia. Dopo il salto, sette episodi di LOL con l’umlaut. LÖL.

7. “Triumph of a Heart” (2005)

Quando si dice un’artista seminale. Björk e Spike Jonze nel 2005 avevano già capito il potenziale dei lolcats. Il video più leggero della cantante che, a causa di alcuni probemi di coppia col fidanzato Gatto, va a ubriacarsi a Reykjavik. Ma c’è il lieto fine: lui la salverà e balleranno insieme. Una gif lunga cinque minuti.

.

6. Community, “Abed’s Uncontrollable Christmas” (2010)

In una delle puntate più folli e geniali di Community (e ce ne vuole), Abed guida un treno con marce che scandiscono i livelli di assurdità: quello più alto è ovviamente “Björk”.

.

5. Popworld, Simon Amstell intervista Björk (2005)

In un raro tour promozionale nel 2005, Björk subisce il trattamento Simon Amstell (che nella sua carriera di intervistatore ricordiamo principalmente come Colui Che Fece Piangere Britney Spears). Scopriamo che una volta ha fatto pipì tra gli scogli (“ma non erano di nessuno”), che si è ubriacata coi Take That (“succede spesso”) e le piacciono i reni.

.

4. Saturday Night Live S15 E34, “Weekend Update” (2009)

Nel pieno della crisi economica islandese, il telegiornale di SNL invita Björk/Kristen Wiig come ambasciatrice e opinionista. Dovremmo usare le nuvole al posto dei soldi. Snarf!

(Ho provato a caricare la clip su tre diverse piattaforme e la NBC ha trovato tre modi diversi di dirmi che sono un criminale. Se non volete farvi mancare questo sketch strepitoso, la puntata è quella di Bradley Cooper e TV on the Radio.)

.

3. Björk smonta un televisore

Una giovane Björk parla di televisione e poi la smonta e ci spiega come funziona (“l’ho letto stamattina in un libro danese”). Da segnare anche il consiglio finale: “Non lasciate che i poeti vi mentano”.

.

2. Discorso di ringraziamento ai BRIT Awards (1998)

Anche noi ti siamo riconoscenti, pompelmo.

.

1. Saturday Night Live S27 E20, “Celebrity Jeopardy” (2002)

Il premio per la parodia di Björk meglio riuscita va senz’altro a Winona Ryder. Era il periodo del vestito a cigno e Dancer in the Dark (ergo “everything is music!”). L’avrò visto mille volte e continua a farmi stare male dal ridere.

Purtroppo non posso fare l’embed dello sketch intero: guardatelo qui.

.

  • http://twitter.com/panapp panapp (@panapp)

    Ma come per concludere? Dai che l’album esce fra tre giorni e hai fatto solo cinque top 7: ci vogliono 7 top 7, eh. Suggerimenti più che scontati: migliori copertine e migliori canzoni.

  • http://dolorespointfive.tumblr.com Dolores e gli amici

    “Are you Islandic or retarded?”

  • http://dolorespointfive.tumblr.com Dolores e gli amici

    ICElandic, scusa. Chiedo perdono a tutti e quattro.

  • http://poptopoi.com Pop Topoi

    Ehm, la settimana björkiana lavorativa? Volevo fare i sette video meno belli, ma ci ho ripensato. Per le canzoni, non potrei mai decidere. La copertina più bella è quella di “All Is Full of Love” o forse “Isobel”. E poi, dai, appena trovo il tempo scrivo la rece di Biophilia.

  • http://twitter.com/panapp panapp (@panapp)

    Pensa: 7 top 7 in 7 giorni attendendo il 7° album. Era troppo perfetto per essere vero. La cover di Isobel è stupenda, ma io sono attratto anche dalla malata decadenza di Hidden Place. Canzone troppo difficile, mi rendo conto, ma peggior video ci stava.

  • http://twitter.com/Giopota Giopota (@Giopota)

    Beh oddio, a mio parere è un po’ complicato classificare le copertine più belle, tra Homogenic, Vespetine, Hidden Place, Medúlla, eccetera eccetera, almeno, io non saprei scegliere